Chi siamo

Il Laboratorio HCT-agrifood Lab si fonda sul know-how scientifico e tecnologico acquisito dal 2011 nel campo della cavitazione idrodinamica (HC) da due ricercatori dell’Istituto di Biometeorologia del CNR (Ibimet), Francesco Meneguzzo e Lorenzo Albanese. Dal 2014 è attivo presso l’Area di ricerca del CNR di Firenze e si è costituito ufficialmente nel 2017.

Le attività del Laboratorio sono pienamente in linea con la crescente attenzione scientifica e industriale sulle grandi potenzialità della HC per l’intensificazione di una serie di processi fisici, chimici e biochimici, in modo efficiente e “verde”.
La cavitazione idrodinamica, per anni considerata un fenomeno indesiderato, è stata negli ultimi decenni “riscoperta” per le sue grandi potenzialità e per le sue applicazioni in tantissimi settori, dal trattamento delle acque reflue alla produzione di nanoemulsioni.

Background

Le attività del Laboratorio hanno preso le mosse dalla sperimentazione di tecniche HC per il riscaldamento dell’acqua in modo più efficiente, anche grazie al progetto SUBCAL (2012-2013) cofinanziato dalla Regione Toscana.
In seguito, l’idea di utilizzare un primo impianto sperimentale per la pastorizzazione di liquidi alimentari a temperature sensibilmente più basse rispetto al trattamento termico convenzionale, confluì nel progetto T.I.L.A. (2014-2016), cofinanziato dalla Regione Toscana.
Sulla base delle capacità di disintegrazione di sostanze solide, di accelerazione dell’estrazione di composti da materiali solidi e della relativa cessione al mezzo liquido, di inattivazione della carica batterica, nonché delle proprietà di degassificazione esibite dalla cavitazione idrodinamica, emerse il potenziale applicativo al processo di cottura del mosto di birra, mediante operazione in singola unità. Tutto questo ha consentito lo sviluppo, sempre nell’ambito del progetto T.I.L.A., di un impianto pilota di dimensioni preindustriali, nonché, nell’Agosto 2016, di un brevetto congiunto tra CNR e il partner privato Bysea S.r.l. per una nuova tecnologia di birrificazione (WO/2018/029715), portando dopo poco più di un anno alla realizzazione e messa in opera del primo impianto di grado industriale, sperimentato e ottimizzato presso il Birrificio San Gimignano. La tecnologia CAVIBEER® è stata oggetto di numerose recensioni internazionali indipendenti, la prima delle quali pubblicata nella prestigiosa MIT Technology Review nel 2016. È stata inoltre inclusa dall’importante rivista di settore Draft Magazine tra le sei più importanti innovazioni tecnologiche del 2016 in campo brassicolo.

Gruppo di lavoro

FRANCESCO MENEGUZZO
Fisico, inizia la carriera come meteorologo e climatologo, passando poi ai sistemi e le politiche energetiche, quindi all’innovazione tecnologica nel settore agro-alimentare. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca, è stato Professore a Contratto di Meteorologia all’Università di Pisa e docente in Master universitari, membro esperto di Comitati tecnico-scientifici e di Commissioni ministeriali, revisore frequente per importanti riviste scientifiche. Coautore di circa 150 tra articoli scientifici, capitoli di libri, report tecnici e presentazioni a conferenze nazionali e internazionali. Coinventore del brevetto n. WO/2018/029715.
Guest Editor per lo Special Issue “Controlled Hydrodynamic Cavitation: An Emerging Class of Greener Processing Technologies”. Membro dell’Editorial Board dell’European Journal of Sustainable Development (EJSD).

LORENZO ALBANESE
Agronomo ed enologo, in forza a CNR-IBIMET dal 2008, in possesso di diploma di dottorato di ricerca in Scienze Merceologiche.
I suoi interessi di ricerca si sono andati focalizzando sull’innovazione tecnologica nel settore agro-alimentare. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca ed è stato coautore di decine di articoli scientifici, capitoli di libri, report tecnici e presentazioni a conferenze nazionali e internazionali. Coinventore del brevetto n. WO/2018/029715.

FEDERICA ZABINI
Laureata in Scienze della Comunicazione, dal 2008 lavora presso CNR-Ibimet di Firenze. Segue le attività di sviluppo progettuale legate all’HCT Agri-food Lab. Si occupa di comunicazione ambientale e divulgazione scientifica sui temi del cambiamento climatico e, più in generale, della sostenibilità ambientale. Autrice di numerose pubblicazioni e articoli scientifici. Membro dell’Editorial Board dell’European Journal of Sustainable Development (EJSD).